Io&Elvis

Da leggere ascoltando Elvis Presley – Suspicious Minds

Circa 10 minuti fa mi si è aggiustata la giornata.
Era partita proprio maluccio, con quel malumore che ti si legge in faccia e nessuno osa neanche dirti buongiorno. Una specie di cocktail di incazzatura da lunedì, tristezza perché le cose non vanno come vorresti e clima da Seattle ai tempi dei Nirvana (e poi si chiedono perché Kurt c’avesse sempre la luna storta). Ecco, questo per dire, che non ero proprio un fiore.
Poi però è arrivato lui.
Più inaspettato dell’uomo della tua vita.
Più gustoso del primo caffè al mattino.
Più utile di un abbraccio.

E’ il tuo primo regalo di compleanno.
Ma soprattutto è il primo vinile che farai suonare sul tuo giradischi nuovo di zecca.

Perché nonostante la connessione, internet, spotify e bla bla bla, io continuo ad amare le meraviglia di una puntina che si increspa sul disco che ti riporta alla mente in un’epoca diversa, in un qui e ora che appartengono al passato, un luogo-spazio in cui non esisto fisicamente e per questo riesco ad essere me stessa, finalmente felice e serena. Non ti capita mai? Di sentirti rapita ad un’epoca. Di dover vivere nel 2013 a Milano ma di sapere di appartenere ad un altro mondo, ad un altro sogno, ad un altro progetto di vita. A me sempre. Io appartengo agli anni 50.

Sono la donna di questa immagine.

50de8a5048b32.preview-300

E il mio primo disco è questo.
IMG_20131021_121846

Segui quel sogno, dovunque il sogno ti possa condurre. Elvis.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s