Ravanare nel cesto dei panni sporchi

Da ascoltare con Epic45 – Summer’s First Breath

Oggi volevo condividere una perla di saggezza non da poco.
Che poi per me è una sorta di 11esimo comandamento: mai ravanare nel cesto dei panni sporchi. E non parliamo di biancheria depositata lì in attesa di essere lavata. No, parliamo di tutte quelle storie affettive che mettiamo un po’ in stand by, in attesa probabilmente di trovare qualcosa di meglio. Queste storie, sono un po’ come quei capi neutri che indossi quando non sai cosa mettere di preciso, come le t-shirt di H&M da 4,99 euro monocolore di cotone, che ti salvano sempre l’outfit quando vuoi stare comodo e non vuoi essere particolarmente appariscente. Attenzione, non dico che siano storie senza dignità, anzi, solo che non sono un abito di Chanel, che compri e tieni per tutta la vita, ecco.
Queste magliette da scarsi 5 euro poi, vengono indossate per 3-4 giorni di seguito magari e poi messe nel cesto dei panni sporchi e a volte rimangono lì per mesi, affossate da altri indumenti più o meno impegnativi e quando non sappiamo proprio cosa mettere, allora decidiamo di ravanare nel cesto e spinti dalla disperazione, ecco che la nostra mano, e non solo, va a toccare il fondo, acciuffando quella maglietta made in china manco fosse l’ultima camicetta di Valentino rimasta sulla terra.
La laviamo frettolosamente e la indossiamo un paio di volte, pensando peraltro, che ci stia benissimo e poi di nuovo la mettiamo nel cesto dei panni sporchi per qualche altro mese. E così via, ciclicamente, finché non decidiamo di metterla nella selezione di abiti da dare via o la buttiamo definitivamente.

Beh, ho avuto anche io le mie t-shirt da 4,99 euro che grazie a Dio ho messo via quando ho trovato il mio favoloso Chanel che mi veste a pennello e che vorrei tenermi per tutta la vita, inshallah.

Il modo di vestirsi è una preoccupazione sciocca. Ma è molto sciocco per un uomo non essere ben vestito. Philip Dormer Stanhope Chesterfield.

Advertisements

One thought on “Ravanare nel cesto dei panni sporchi

  1. Pingback: I 10 uomini da evitare | #BADCONNECTIONERROR

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s