I 10 uomini da evitare

Da leggere ascoltando The Antlers – Jupiter

Sono intorno a noi, in mezzo a noi (cit) … Sono una minaccia continua per il nostro amor proprio: sono gli uomini da evitare, gli imbecilli lasciati a piede libero, involucri mascolini svuotati di sensibilità.
E a noi piacciono, uh come piacciono.

Per anni, sono corsa dietro ad adorabili stronzi che mi trattavano male, poi un giorno ho deviato approccio, come si cambia direzione quando si cammina sulla stessa strada per chilometri e chilometri e tac, ho capito che i maschi-meschini in fondo, sono un accessorio fuori moda e così sono andata sul vintage, scegliendone uno con la testa sulle spalle ed il cuore funzionante.

Tutto quell’incredibile bagaglio di lacrime e disperazione causato da incontri sbagliati, però, non poteva andare perso e così ho deciso di stilare una specie di lista di “tipologie” di amabili teste-di-ca**o che è meglio evitare.
Attenzione ragazze, molti di questi sono ancora li fuori.

133236735-7cf31cd3-e114-4a1a-ba1c-9f3011607843

1.Quello che esce da una storia lunga. Quello che è stato lasciato dopo 8 anni e che ora vuole prendersi le cose così come vanno, senza correre, senza decidere, senza mettere etichette: il che vuol dire quasi sempre, che vuole portarvi a fare un giro sulla “canna della sua bici” un paio di volte e poi, GUDBAI.
2. Quello che frigna. Quello che è confuso, che non sa cosa vuole, quello che alla domanda: cosa stiamo costruendo? si mette giustamente a piangere e piange come un bambino a cui non hanno fatto nessun regalo a Natale. Ecco, costui è della peggior specie, non solo ti tiene in bilico per anni in una storia senza certezze, ma in più piange, così non puoi neanche giustamente insultarlo.
3. Il bugiardo cronico. Porello, mica lo fa apposta, è che gli viene naturale. Normalmente c’ha più storie parallele e di fronte all’evidenza “so che frequenti un’altra perché quest’altra è la migliore amica di una mia amica”, beh di fronte a questo tira fuori la carta del “eh, ma io mica ti ho mai promesso nulla”. Ma tranquille, quasi sempre finiscono per restare soli.
4. Quelli che partono. Questa tipologia non l’ho incontrata personalmente, ma più volte ne ho sentito parlare da altre persone. Insomma, la cosa è questa: dopo un po’ che li frequenti, quando dopo circa un annetto inizi a pensare a che piega prenderà la storia, questi spariscono, per mete quasi sempre esotiche, chiamati da “un’imperdibile occasione professionale” salvo poi ricomparire dopo pochi mesi, sulla metro o nel bar dove fai colazione. Insomma se salta fuori una scrivania in Burundi di punto in bianco, diffidate.
5. Quelli che ti chiamano “bellissima”. Insomma tutte noi abbiamo un nome, certo, esisteranno milioni di Alessandra, Francesca, Marta, Emma, etc…ok, ma non puoi utilizzare un generico “bellissima” ogni volta che mi chiami sennò io utilizzo un generico “stronzo” ogni vota che devo risponderti. E’ chiaro che la mancanza di utilizzo del nome di battesimo è da imputare ad una scarsa predisposizione ad una storia seria, no?
6. L’Ex folgore. Ecco, vedete, ritrovarsi a dormire in una stanza senza materasso e senza riscaldamento in pieno inverno e sentirsi dire di essere troppo viziate per vivere la vera vita, potrebbe nuocere gravemente alla vostra salute mentale. Sono uomini che non hanno la capacitò di amare se stessi e si costringono a torture fisiche ed emotive continue e alle fine vi ritroverete, spinte dal vostro spirito da crocerossine, a curare ferite auto-inflitte che vi porteranno al manicomio.
7. Il Social Network addicted. Ovvero, l’uomo che scrive un sacco di zozzerie su whatsapp. Ho notato una cosa curiosa: più confidenza riesci ad instaurare con una persona sui social network, meno ne hai nella vita vera. Perciò se vi accorgete di aver una quasi relazione con qualcuno che però esiste al 90% su whatsapp o su Facebook o su twitter, fatevi un favore, sparite per un periodo, spegnete per qualche mese i vostri account, fatevi delle gran passeggiate all’aria aperta, si tratta di relazioni che hanno la stessa lunghezza di un tweet.
8. Il ripescone. Quello che ravana nel cesto dei panni sporchi (ne abbiamo già parlato qui). Insomma quello che si ripropone come solo i peperoni con la buccia sanno fare. Quelli che tornano dal passato avanzando come Micheal Jackson in Thriller, zombie di follie amorose che furono. Quelli che viaggiano con lo specchietto retrovisore, per tornare indietro ogni volta che si sentono soli. Quelli che preferiscono le scorciatoie, perché conoscere una persona nuova è 10 mila volte più faticoso che iniziare un’avventura nuova. Dovessero risuonare alla vostra porta per l’ennesima volta, lasciateli fuori e usateli come zerbino.
9. Lo staffettista. Non nel senso sportivo ma affettivo. Quello che esce da una storia ed entra subito in un’altra. L’uomo che non è in grado di stare da solo per neanche 4 secondi e mezzo. Costui è dotato di molta esuberanza e passa dalle braccia di una donna all’altra come fosse il testimone di una staffetta amorosa in cui bisogna fare per forza record mondiale. Di solito soffrono una solitudine così grande che neanche un harem riuscirebbe a riempire.
10. Il tirchio. Ma di quelli veri. Quello che ti invita a bere una cosa e manco fa il gesto di pagare, infila le mani in tasca cercando di racimolare gli ultimi centesimi che c’ha per arrivare ai suoi 6,50 euro di cocktail. Mediamente succede che li rincontri dopo anni e ti raccontano che sono andati in bancarotta perché proprio dopo aver frequentato te, hanno capito gli errori fatti e con la successiva ragazza non hanno badato a spese. Letteralmente. E dopo Tiffany, dopo l’ipad, dopo le vacanze alle Maldive, si sono prosciugati il conto. Anche loro, finiscono per restare soli, giustamente.

Bene, ora li conoscete. Sta a voi evitarli.

“Se gli uomini fossero belli ed intelligenti, si chiamerebbero donne.”
Audrey Hepburn

Advertisements

7 thoughts on “I 10 uomini da evitare

  1. Pingback: I 10 uomini da evitare | forsehopersolechiavi

      • Il secondo e il 10 sono veri incubi, ascoltando i racconti di tante ragazze sono forse tra i peggiori. Qualche riserva sul n1 però, perché secondo me se non banfa non c’é nulla di male.
        Bravissima comunque!!

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s